guida cv

Prezzo di lancio: 0.99
E-book (pdf)

europass

Possibili domande a un colloquio di lavoro

Con il colloquio di lavoro l’azienda vuole capire se il candidato è adatto alla posizione per la quale si candida e se risponde alle necessità dell’azienda stessa.

 

Gli argomenti solitamente trattati durante un colloquio di lavoro sono:

curriculum vitae presentato;
- informazioni del candidato sulle attività dell’azienda (cosa fa, in che settore si lavora);
- precedenti esperienze lavorative ed aspettative relative all’eventuale incarico;
- carattere e capacità di autovalutazione del candidato;
- interessi e tempo libero.
- grande importanza riveste l’atteggiamento che si assume e la capacità di gestire le proprie emozioni.


Come vestirsi:

Al colloquio di lavoro è bene presentarsi con un aspetto curato e non trasandato. Curare il proprio aspetto è un segno di rispetto per noi stessi, ma anche per il selezionatore che cui abbiamo l’appuntamento.


Alcuni consigli utili:

  • prepararsi informandosi su obiettivi e caratteristiche dell’azienda;

  • mantenere un atteggiamento sereno e avere fiducia in se stessi;

  • ascoltare con attenzione le domande e rispondere in maniera precisa e sintetica;

  • valorizzare le proprie conoscenze ed esperienze di lavoro anche in relazione alle informazioni raccolte sull’azienda.


Approccio iniziale

  • Salutate cordialmente gli intervistatori;

  • Sedetevi seduti comodi e cercate di respirare normalemente senza farvi prendere dall'ansia;


Cosa vi verrà chiesto?

All'inizio vi verrà posta la fatidica domanda "Mi Parli di lei..." L'obiettivo di questa domanda è di rompere il ghiaccio e quindi instaurare un clima sereno. A questa domanda rispondere sempre sulle vostre esperienze lavorative o scolastiche e non entrate mai in questioni personali. Siate brevi e non vi dilungate troppo. Allo stesso tempo cercate di essere naturali e spontanei. E' fondamentale che quando parlate delle vostre esperienze lavorative precedenti, queste siano in linea con lavoro per il quale vi state candidando.

 


La seconda domanda che vi verrà posta è: "Perché vuole cambiare lavoro?"

Usate un tono positivo e propositivo e evitate di non dire la verità. Cercato di non mettetevi in cattiva luce parlando di possibili problematiche che avete avuto con il precedente datore di lavoro o con i precedenti colleghi di lavoro. Mostratevi sereni e fate capire che volete esprimere le vostre potenzialità in un altro ambito e mettervi alla prova con il desiderio di crescita professionale e personale.

 


La terza domanda sarà: "Perché ci ha mandato il suo Curriculum Vitae?"

Questa domanda serve a verificare la vostra motivazione proprio a voler ricoprire proprio quello specifico ruolo. Parlate del fatto che avete preso delle informazioni sulla aziende e che queste vi hanno soddisfatto. Inoltre aggiungete che, i vostri obbiettivi e quelli dell'azienda dove avete fatto richiesta, coincidono. Aggiungete infine che pensate di avere le capacità adatte a ricoprire quel determinato ruolo.

 

La domanda successiva sarà: "Quali sono i suoi punti di forza?"

Parlate delle vostre abilità che potrebbero essere:

  • il fatto che riuscite a risolvere i problemi che via via si presentano sulla scena lavorativa (Problem Solving);

  • la vostra capacità di leadership;

  • il fatto che nel lavoro siete flessibili e che avete sempre un atteggiamento positivo.


Poi la domanda successiva sarà l'opposto di quest'ultima:  "Quali sono i vostri difetti e dove intendete migliorarvi?"

Parlate dei vostri aspetti professioni e di cosa state facendo attualmente per migliorali.

 

Un altra domanda che è probabile che vi venga posta è: "Come si vede tra 10 anni?"

Mostratevi motivati e ambizioni senza esagerare. Esprimete gli obbiettivi che volete raggiungere coerentemente con il lavoro richiesto.

 


La prossima domanda sarà: "Perché vuole fare proprio questo lavoro?"

Questa domanda serve per capire i vostri valori  e le vostre priorità. Evitate di dare motivazioni riguardanti i soldi e di parlare di carriera. Cosa dire? Che volete veramente quel lavoro perché avete le competenze necessarie, la capacità e le esperienze.

 


Infine vi verrà chiesto se avete qualche domanda da fare.

Per questa domanda preparatevi da casa delle domande che vorreste porre, come chiarimenti sulla situazione aziendale e sul ruolo proposto.  Dimostrate curiosità interesse ed entusiasmo.